Allevamento del Castello di Serravalle

 

Chi Siamo

Lisbeth

Hovawart

Cucciolata A

Il Castello

Gallery

Contatti & Cartina

Links

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Desideriamo fare un breve accenno al Castello di Serravalle e alla sua storia, visto che abbiamo deciso di utilizzarne il nome per il nostro allevamento. Si trova all’inizio della Valle di Blenio, più precisamente su uno sperone di roccia sovrastante la pianura che si estende tra il comune di Malvaglia a est e il comune di Semione a ovest. A partire  da aprile 2012 non ci saranno più questi due comuni, ma esisterà un'unica istituzione pubblica denominata proprio Serravalle, nato dall'aggregazione dei comuni di Malvaglia-Ludiano-Semione.

 

Secondo i dati archeologici, già nel 948, esisteva una prima struttura, come dimostrato da un atto che, regolava la cessione dei possedimenti in Val di Blenio e in Leventina a favore dei canonici del Duomo di Milano da parte del vescovo Attone di Vercelli. Più tardi nel 1176 l’imperatore Federico I Barbarossa si ritirò in Val di Blenio dove si riallaciò alle truppe di rinforzo arrivate lungo il Passo del Lucomagno. Durante questa sosta durata quattro giorni,  si impossessò del primo Castello di Serravalle con l’aiuto di Alcherio da Torre. Quando ripartì affidò a quest’ultimo il maniero e la giurisdizione su tutta la Valle. Il 29 maggio 1176 Barbarossa subì la sconfitta di Legnano e dovette abbandonare i suoi sogni di controllo delle città lombarde ed i feudi situati a sud delle Alpi furono man mano occupati dai Milanesi vincitori, il primo Castello di Serravalle venne distrutto. Nel 1182 la Valle di Blenio e la Leventina si unirono in alleanza con il giuramento del patto di Torre.

 

Dal 1200 la Val di Blenio fu affidata alla famiglia degli Orello di Locarno da parte dei canonici del Duomo di Milano. Questa nuova presenza corrisponde con la costruzione del secondo castello, più grande e maestoso, tra il 1230 e il 1240. Nel frattempo nasce e prospera la Signoria dei Visconti a Milano, verso la seconda metà del 1300 le tre Valli sono sotto il loro dominio. Attorno al 1380 il castello viene ceduto ai Pepoli di Bologna. Nel 1402 muore Gian Galeazzo Visconti e in circostanze tutt’ora non chiare il secondo Castello di Serravalle venne distrutto.

 

Le rovine sono composte da tre parti principali: il cortile interno, dove si sono conservate tre colonne, il nucleo abitativo nord con il mastio a piana circolare, una piccola torre semicircolare adiacente a un locale con un forno situata a ovest, e un cortile esterno con la Chiesa di Santa Maria a sud.

 

Si può raggiungere facilmente le rovine del castello tramite la campagna di Semione, sul sentiero basso della Val di Blenio attraverso una strada sterrata in prossimità di quella cantonale nella località di Cosnigo.

 

 

E visto da casa nostra...

 

 

 

© 2012 - Allevamento del Castello di Serravalle - Tutti i diritti riservati